Home | Approfondimenti | Come formulare una skincare fai da te in base alla stagionalità
Siero per skincare coreana

Come formulare una skincare fai da te in base alla stagionalità

Beauty Skincare fai da te, ecco alcuni consigli

Nel formulare una skincare fai da te bisogna tenere conto del proprio tipo di pelle, delle problematiche e dell’obiettivo da raggiungere, ovvero come ci piacerebbe avere la pelle del viso.

Premesso che la skincare coreana non vi cambia i connotati e neanche alcune problematiche genetiche e legate allo stile di vita, un buona routine di cura della pelle migliora molto il suo aspetto, mantiene la pelle sana, riduce le impurità, la pelle appare più levigata e luminosa.

Prima di tutto bisogna avere uno stile di vita sano

Se mangiate cibi grassi, bevete alcool come Hemingway e Buckowsky messi insieme, dormite 4 ore per notte e avete un sonno discontinuo, vivete in città piene di smog e polveri sottili e non fate mai attività fisica, capite che non potete dare la colpa alla crema idratante coreana e non coreana se vi ritrovate con la pelle secca, spenta, vari brufoli e pori grandi come crateri.

Quindi bisogna avere un regime sano, idratarsi, bere tanta acqua, se in inverno non mi va ….allora via con zuppe e tisane che apportano ugualmente idratazione al nostro organismo, ottime anche per purificare la pelle, fegato e intestino.

Come scelgo i prodotti della mia Beauty Routine

Detto questo quando scegliete dei prodotti per i vari step, indicati per il vostro tipo di pelle, non prendete tutto della stessa linea soprattutto per quanto riguarda gli step centrali: mi riferisco a essenze, siero e crema viso, se guardate bene le mie skincare non ripeto mai cosmetici della stessa linea.

Mi spiego se uso la crema Thesaem  non userò lo stesso Siero Thesaem perché hanno lo stesso principio attivo, usate il buon senso: perché devo ripetere lo stesso principio attivo se ne posso scegliere in un’infinità di proposte?

Gli step servono ad alternare molteplici principi attivi benefici per la mia pelle

Come scelgo i principi attivi nella skincare fai da te?

  1. Solitamente inseriscoun cosmetico con ingredienti fermentati che siano estratti vegetali (tonico Whamisa) o  galactomiceti (l’essence di Cosrx) o lactobacilli e bifidus,
  2. un cosmetico con ingredienti illuminanti e anti-macchia (niacinamide, arbutina, funghi chaga),
  3. un prodotto con ingredienti idratanti (acido ialuronico o collagene, ma anche estratti vegetali come il tè verde o la rosa damascena)
  4. un cosmetico con ingredienti antiage e nutrienti (peptidi, aminoacidi, oli e burri) questi ultimi si trovano soprattutto nelle creme e nelle emulsioni.

Ovviamente un solo cosmetico può contenere anche tutti questi ingredienti o una buona parte di essi: quindi imparate a leggere gli inci.

Nei cambi di stagione devo cambiare tutta la skincare routine?

Non necessariamente, basta alleggerire o appesantire alcuni step scegliendo formulazioni più o meno pesanti, cercando di ascoltare e capire la propria pelle.

Alcuni esempi di Skincare fai da te con variazioni in base alla stagione

In primavera /estate usavo questa emulsione di Thesaem che in inverno diventa leggera, ma se prima applico il siero pressato di Blithe che ha una formulazione oleosa, l’emulsione diventa più ricca e potrei usarla tranquillamente anche in inverno.

Poi io devo provare sempre le novità, ripongo la mia emulsione in un cassetto al buio e la conservo per la stagione calda, che tanto non vi va a male, soprattutto se si ha un dipsenser a pompetta dove non ci pucciate le dita dentro.

Quindi volendo in estate potrei fermarmi tranquillamente al siero di Blithe, se sento che la mia pelle è a posto, ma attenzione questo nell’ottica di fare tutti gli step centrali ovvero essence, siero e crema viso.

Un’altra idea è:  in estate potresti usare un detergente più fresco o asciutto magari una mousse tipo Huangjisoo e tenere sempre il tonico corposo tipo quello di whamisa o anche Klairs e sostituire la crema viso con l’emulsione.

Oppure alleggerire l’essence o il siero; se in inverno scelgo quelli più densi o oleosi, in estate preferirò formulazioni più acquose o magari salto uno dei due step di giorno e li riservo per la sera, vedete sempre come vi sentite meglio e non sprecate i cosmetici, cercate di finirli.

Altro trucco: in inverno per rendere il fondotinta o la bb cream più morbida e evitare l’effetto “pelle che tira” io aggiungo due gocce di siero oleoso Urang che poi in estate potete usare dopo un’ essence molto idratante tipo questo di Cosrx con acido Ialuronico, così si emulsionano e magari fermarvi a questo step se la vostra pelle è a posto.

Anche tra i cosmetici coreani, quindi ci sono prodotti multiuso e multifunzione: sia questo siero di Urang che quelli pressati di Blithe in base alle stagioni possono essere usati in diversi modi.

L’esfoliazione riservatela nei cambi di stagione, quella meccanica è meglio in primavera/estate e quella chimica meglio in primavera/ autunno sempre meglio di sera.

Per l’uso di particolari attivi molto invasivi mi riferisco al retinolo e alla vitamina C: retinolo solo su controllo dermatologico.

Ma fate attenzione sono ingredienti che se usati male fanno dei veri e propri danni, la vitamina C prendetela negli integratori che così vi aiuta a migliorare la produzione di collagene e aiuta il sistema immunitario.

Detto questo se avete delle routine già fatte e volete avere qualche consiglio, per togliere o integrare o sostituire scrivetemi a questo indirizzo info@mybeautyroutine.it.

Sai che tipo di pelle hai?

Fai subito il test per scoprirlo!

Iscriviti alla newsletter

Ricevi i nostri consigli e approfondimenti