Home | Approfondimenti | I siliconi nei cosmetici sono davvero pericolosi?

I siliconi nei cosmetici sono davvero pericolosi?

 

La pericolosità del silicone nei cosmetici, su diversi siti web, per diverso, tempo è stata oggetto di numerose notizie in circolazione.

Le accuse principali sono le seguenti: sostanze dannose per la salute, causa della comparsa di imperfezioni, capaci di occludere i pori, di essere comedogeni, di disidratare e far scoppiare i capelli…insomma il demonio!

Ma andiamo più nel dettaglio per capire di che cosa si tratta!

siliconi nei cosmetici

Cosa sono i siliconi?

I Siliconi vengono usati nelle formulazioni della cosmesi perchè sono delle sostanze chimiche che rendono i prodotti cosmetici più emollienti, volatili, assorbenti, setosi, a seconda della loro tipologia.

I siliconi non derivano dalla plastica o dal petrolio ma dalla silice e dal quarzo, quindi sono un composto chimico che deriva da ingredienti naturali.

Come sono chimiche le altre cose che troviamo all’interno dei cosmetici, anche le più “naturali” possibili sono comunque una combinazione chimica, questo non dimenticatelo mai.

Cosa fanno i siliconi nei cosmetici?

Principalmente i siliconi soddisfano l’esigenza sensoriale del cosmetico che deve essere funzionale ma anche piacevole, anzi oserei dire che una piccola parte della sua funzionalità deriva proprio dalla sensazione gradevole che riesce a trasmetterci.

Se io metto sul viso qualcosa di troppo pesante, che mi dà la sensazione di sporco e che non sembra essere assorbito e gradito alla mia pelle dico che quel cosmetico non funziona. In realtà magari ha tanti attivi che vanno bene per rendere la mia pelle più elastica e quindi prevenire le rughe: se non ho un rimando di levigatezza e setosità ma piuttosto di untuosità e appiccicaticcio quel cosmetico non mi piace.

Ecco perché per i cosmetologi l’uso del silicone nei cosmetici è molto utile, perché aiuta a formulare il cosmetico perfetto!

Ultimamente però c’è stata una vera e proprio guerra all’ uso dei siliconi nei prodotti per pelle e capelli, soprattutto da parte di influencer e aziende che hanno fatto affari con la cosmetica bio.

Qui non si sta a sindacare che una cosmetica sia migliore di un’altra, anzi, se posso dire la mia che vengo dal mondo bio, ho trovato che la cosmetica con siliconi o comunque non bio sia mille volte migliore rispetto a quella bio: trovo i cosmetici più funzionali e più piacevoli da usare e considerati sicuri, non c’è nessun rischio per la nostra salute. Ma queste sono solo mie modeste opinioni!

Per me il silicone non è la discriminante, la discriminante è se un cosmetico fa o non fa il suo lavoro: ovvero se un cosmetico è pieno di siliconi e non ha attivi non è funzionale, se un cosmetico ha un sacco altri ingredienti come oli mal formulati che mi danno una sensazione sgradevole e che forse sono anche mal tollerati da alcuni tipi di pelle ugualmente non serve a nessuno.. anzi fa solo danni.

Capiamo che un cosmetico deve avere una formulazione ben fatta, con attivi funzionali al mio tipo di pelle, idratante e che mi dia una sensazione piacevole di setosità ed emollienza.

Come mai l’uso del silicone nei cosmetici è stato così demonizzato?

Negli ultimi anni i siliconi nei cosmetici sembrerebbero la cosa più fantasmagorica del mondo, però…

C’è un però: i siliconi non sono eco-sostenibili, ovvero l’ecosistema fatica a smaltirli.

Vero è che i cosmetologi non ne usano i chili per cosmetico, hanno una percentuale minima nelle formulazioni che non possono superare per legge.

Per il discorso della sostenibilità entriamo nel campo dell’etica  e questo non è il luogo adatto per discuterne, le idee e l’etica fanno parte dello stile di vita di ogni singola persona, delle convinzioni e della coerenza che ognuno di noi ha e su questo non posso dire niente.

Per ulteriori approfondimenti vi invito a leggere questo articolo dove cito la Dott.ssa e Cosmetologa Francesca Anigridi. Prendo sempre spunto da fonti autorevoli, come ad esempio LaCosmetologaMilano.

Sai che tipo di pelle hai?

Fai subito il test per scoprirlo!

Iscriviti alla newsletter

Ricevi i nostri consigli e approfondimenti