Home | Beauty routine | Come creare la Skincare Routine Coreana personalizzata

Come creare la Skincare Routine Coreana personalizzata

Ecco come creare una skincare routine coreana personalizzata, il rituale di bellezza con cosmetici coreani che lavorano in sinergia, ricchi di ingredienti e principi attivi funzionali per ottenere il miglior risultato possibile e proteggere la pelle.

Prima di iniziare la Skincare Routine Coreana individua il tuo tipo di pelle

Che sia normale, grassa o secca, impura o mista, con più o meno sensibilità, ogni pelle è unica, la pelle cambia in base alla stagionalità, al proprio patrimonio genetico, agli ormoni, allo stress, all’inquinamento e al tempo che passa, purtroppo.

Ecco perché è così importante conoscere la propria pelle, le proprie esigenze e i propri obiettivi.

Mi spiego meglio: io ho una pelle sottile, da normale a secca con qualche impurità dovuta a cibo, cambi ormonali o stress, nella zona del mento.

Cosa vorrei dai cosmetici coreani? Mi piacerebbe ottenere una pelle luminosa e purificata, più forte per contrastare i segni del tempo e soprattutto idratata (odio la pelle che tira): lo so ho delle aspettative abbastanza alte ma ci voglio provare.

Individuato tipo di pelle e obiettivi, ricerco i prodotti coreani che possono soddisfare le mie esigenze attraverso la beauty routine coreana.

Come scegliere e abbinare i cosmetici per la Skincare Routine Coreana

I cosmetici coreani sono realmente ricchi di principi attivi: basta leggere la lista ingredienti ovvero quello che tutti chiamano un po’ impropriamente  INCI.

Le sostanze funzionali sono nei primissimi posti della lista ingredienti, infatti dovete sapere che gli ingredienti per legge in qualsiasi cosmetico sono scritti in ordine di quantità contenuta nella formulazione. Dopo l’1% sono invece posizionati in maniere casuale.

Quindi ricerco quei principi attivi che possono aiutare a prendersi cura della pelle ma anche che possono lavorare bene in sinergia fra loro.

Ma se non conosco la funzione dei vari principi attivi? Ecco di seguito una guida ai principali ingredienti per ottenere il meglio dalla propria Skincare Routine Coreana.

i 10 step della Skincare Routine Coreana

I principali ingredienti dei cosmetici coreani per la k beauty

Troveremo nelle formulazioni dei cosmetici coreani un’unione di attivi già conosciuti dalla cosmetica occidentale e ingredienti molto famosi in Oriente, tipici della medicina olistica tradizionale coreana. (Hanbang)

Attivi tipici della cosmesi coreana

  • Estratti Fermentati. Come Galactomiceti, Saccaromiceti, Bifidi e Lactobacilli, Estratti di piante, radici e fiori (Aloe, crisantemo, funghi, fior di loto, riso, ginseng): svolgono un’azione fortificante, proteggono le barriere cutanee e quindi la sua elasticità, aiutano a mantenere la pelle idratata ma hanno anche azione purificante ovvero tendono a riequilibrare la pelle, normalizzando la produzione di sebo. Inoltre, la vera e propria azione principale, veicolano gli altri ingredienti, predisponendo la pelle ad assorbire meglio tutti gli altri principi attivi contenuti anche nei cosmetici. Ecco perché inserisco sempre un cosmetico che contiene estratti fermentati.
  • Estratto di propoli, derivati dal miele, pappa reale. E’ un attivo idratante che non appesantisce la pelle, non la unge ma viene assorbito negli strati più profondi rinforzandola, inoltre è un antibatterico naturale quindi aiuta a mantenerla pulita a e disinfettata. Ha funzione anti-age, protettiva e riparatrice.
  • Estratto di Ginseng. Sia fermentato che non, migliora la circolazione sanguigna, rende la pelle più forte con un’azione anti-ossidante e rivitalizzante.
  • Centella Asiatica e i suoi estratti (Asiaticoside e Madecassoside). La Cica o Tiger Grass come viene definita è un ingrediente fantastico per lenire la pelle, calma gli arrossamenti cutanei e implementa l’idratazione, ottima per tutti i tipi di pelle che soffrono di sensibilità anche temporanea e per le pelli acneiche.
  • Bava di Lumaca. Altro ingrediente molto trasversale che grazie alla sua penetrabilità dona levigatezza e aiuta ad idratare anche  la pelle acneica o impura, non unge, anzi ha un’azione restringente sui pori
  • Collagene. Aumenta l’elasticità della pelle, è un potente aiuto per contrastare le rughe.
  • AHA/PHABHA. Sono gli acidi alfa, poli e beta idrossidi, svolgono un’esfoliazione chimica, ovvero rimuovono le cellule morte grazie a un processo chimico e non meccanico come per esempio fanno gli esfolianti con i granuli, sono indicati per chi ha la pelle sensibile, infiammata e che si arrosserebbe facilmente usando uno scrub meccanico, scegliendo ovviamente una formulazione adeguata.
  • Niacinamide. E’ la vitamina PP o B3 che ha in sé una serie di virtù soprattutto se combinata con altri principi attivi o vitamine, perfetta in combinazione con ingredienti antiossidanti, come Peptidi, Acido Ialuronico e Retinolo per esempio. Svolge un’azione anti-age, soprattutto se combinata con le ceramidi, ne stimola la produzione al 2% di concentrazione, migliorando lo strato lipidico e rinforzando le barriere di difesa della pelle, purifica la pelle e regolarizza il sebo rendendo la pelle più compatta e levigata, svolge un’azione anti-macchia, infatti combatte le macchie scure inibendo la melanina, con un’azione illuminante. Uno degli attivi più usati nella cosmesi coreana.
  • Natto Gum (Collagene vegetale). Derivato dei fagioli di soia è impropriamente chiamato collagene vegetale anche se ne simula le funzioni, in realtà è molto più idratante e protettivo, ha una consistenza più viscosa e ricca ed è un ottimo attivo pro-age.

Ingredienti conosciuti anche dalla cosmesi occidentale

  • Vitamina C o Acido Ascorbico. Illumina e riduce la produzione di melanina per un’azione anti-macchia, ha un’azione leggermente esfoliante ed elimina le cellule morte, stimola la produzione di collagene e  infatti aiuta a levigare le cicatrici dell’acne e aumenta la compattezza della pelle, è un potente antinfiammatorio in caso di acne, stimola la produzione di ceramidi che rinforzano la barriera cutanea, svolge un’azione antiossidante.
  • Acido ialuronico: idratante che “porta” l’acqua contenuta nella nostra pelle in superficie , rendendo la pelle più turgida e compatta.
  • Peptidi. Ne esistono innumerevoli con funzioni più o meno simili, stimolano il collagene, contribuiscono a rende la pelle più elastica e levigata , alcuni ( gluthatione) hanno anche una funzione anti-macchia.
  • Retinolo e derivati della vitamina A. Ha un’azione anti-age, stimola il collagene e aiuta a levigare la pelle, agisce anche sull’iperpigmentazione. Bisogna fare attenzione perché in concentrazioni elevate potrebbe essere fotosensibilizzante, meglio nella routine della sera.
  • Bakuchiolo. Il fratello meno invasivo del Retinolo, anch’esso ottimo anti-age promuove elasticità e compattezza della pelle.
  • Pantenolo (Pro-Vitamina B5). Se in Occidente questa meravigliosa vitamina è spesso relegata nelle creme per bimbi ( cambio pannolino per esempio) o in prodotti per capelli,  in Corea è usatissima nelle creme definite Barrier e in tutti quei prodotti che servono per proteggere le barriere cutanee, implementando elasticità e idratazione.
  • Collagene. Benché le sue molecole siano abbastanza grandi e quindi fatichino a penetrare nella pella, i prodotti contenenti collagene ( anche vegetale o marino) contribuiscono a migliorare la compattezza e l’elasticità della pelle.

I Sì e i No della Vitamina C con gli altri attivi

Vitamina C si con:

  • La Vitamina C, nella forma pura è molto instabile, è fotosensibile e termolabile e si deteriora con luce e calore; negli ultimi anni la maggior parte delle case cosmetiche utilizza forme stabilizzate di Acido Ascorbico, molto più resistenti; non ci sono quindi controindicazioni nell’utilizzo diurno, tuttavia è bene prestare attenzione soprattutto se si sollecita la pelle con esfoliazioni chimiche o esposizioni prolungate al sole, meglio non esagerare.
  • Sì con Arbutina: se si vuole potenziare l’effetto illuminante meglio la combinazione con l’Arbutina, uno dei maggiori attivi depigmentanti, che potenzia quindi la sua azione anti-macchia, per schiarire e prevenire.
  • Vitamina E: si aiutano a vicenda per essere meglio assorbite dalla pelle e aumentano il loro potere antiossidante, in generale è perfetta con ingredienti che aumentano l’idratazione della pelle come per esempio l’Acido Ialuronico, Ceramidi, Pantenolo o Peptidi. La loro combinazione aumenta la produzione di collagene e di conseguenza l’elasticità e le difese della pelle.

Vitamina C no con:

  • AHA/BHA: sono esfolianti chimici, la Vitamina C ha anch’essa una leggera componente esfoliante, il rischio è una super esfoliazione che potrebbe seccare troppo la pelle. Potete provare Esfoliazione chimica la sera e vitamina C al mattino.
  • Benzoyl Peroxide: ingrediente usato nei prodotti anti-acne, siccome agisce per ossidazione sui batteri dell’acne ossida anche la Vitamina C vanificando la sua azione e potrebbe irritare la pelle.
  • Niacinamide dipende: la loro combinazione in concentrazioni molto alte potrebbe seccare la pelle, dipende sempre dalla tipologia di cosmetico che si utilizza ( le creme hanno una quota grassa e di solito meno concentrazione di attivi)  a meno che non siano nella stessa formulazione. Consiglio di non utilizzarle insieme nel periodo in cui si passa molto tempo esposti al sole, magari si alternano una nella skincare della mattina l’altra nella skincare della sera, ma ripeto vale per quei prodotti con concentrazioni veramente alte e dichiarate sulla confezione.
  • Ossido di Zinco e Peptidi del rame (Copper Peptides): parliamo sempre di concentrazioni alte, c’è un rischio di ossidazione e quindi di rendere inefficace la Vitamina C.

Per ulteriori approfondimenti sulla creazione della skincare specifica nel periodo estivo leggi anche Quali ingredienti cosmetici usare per la skincare estiva?

L’esperienza di creare una Skincare Routine Coreana personalizzta, anche se può sembrare complicata, è un modo per conoscere meglio la propria pelle e le proprie esigenze e se proprio non riuscite e la cosa vi sembra difficile o noiosa, scrivetemi pure a alessandra@mybeautyroutine.com.

Per quanto mi è possibile, non essendo una dermatologa, in base alla mia esperienza e conoscenza dei cosmetici coreani cercherò di aiutarvi.

Sai che tipo di pelle hai?

Fai subito il test per scoprirlo!

Iscriviti alla newsletter

Ricevi i nostri consigli e approfondimenti